Cronache Babilonesi

Cronache Babilonesi
Escursione nella Filosofia - Edward Hopper (1959)

giovedì 4 luglio 2019

Viene il sospetto

Viene il sospetto che se sulla Sea Watch, al posto di una vispa ragazzotta tedesca con dreds e canottierina, giovane e caruccia, ci fosse stato un capitano di 55 anni di origine slovena, con la barba, la pancia e i peli del naso in vista, i cinque deputati di sinistra mica sarebbero saliti a bordo: mica potevano arrischiare la loro immagine, già traballante, con  qualcuno non spendibile mediaticamente.
Viene altresi il sospetto che se questo immaginarlo capitano avesse forzato il blocco della guardia di finanza, non dico che gli avrebbero sparato addosso  (dopotutto siamo sempre in Italia, il paese dei tarallucci e vino), ma qualche giorno nelle patrie galere lo avrebbe passato. E la magistrata (si dice così? ) non sarebbe stata indulgente di fronte a tanta violenza maschile.
Viene dunque il sospetto che non sia un caso che la tal Carola Rackete non sia uno sloveno barbuto e corpulento di 55 anni.
Viene il sospetto che sia tutto qui, oggigiorno: immagine.
Dietro questo "tutto qui" si celano abissi di dolore e stupidità.
Viene il sospetto che abbiano eletto la nuova presidente BCE basandosi su immagine più che competenza. Chi segue un po' la cronaca sa che la Lagarde non ha brillato quando era ministra (si dice così? ) dell'economia francese e che ha subito un'inchiesta per abuso di ufficio. La Lagarde (ma si può ancora mettere l'articolo davanti al cognome  o è discriminazione di genere?) quando era presidente del FMI ha lamentato che si vive troppo a lungo (i peones, mica lei o i suoi amici ) e che la soluzione è pagare più tasse e andare in pensione più tardi, smantellando il cosiddetto welfare pezzo per pezzo. Una garanzia, insomma.
Per dare un contentino all'Italia (si fa per dire) hanno messo come presidente del parlamento europeo il giornalista televisivo David Sassoli, del PD ovviamente. Dunque, in principio è l'immagine. Ma cosa vuole trasmettere questa immagine?
Viene il sospetto che da un lato si vogliano rassicurare i "mercati", queste entità proteiformi che sono dovunque e in nessun luogo: tutto proseguirà come deve, cioè senza minimamente prestare attenzione a quello che i popoli europei scelgono quando votano.
Nello stesso tempo viene un altro sospetto : è strano che la UE non faccia nulla per darsi neanche un tentativo di restyling, non fosse altro che per tenere buono il peone e ingannarlo meglio. Che sia perché, sotto sotto, sanno benissimo che il baraccone non durerà ancora a lungo e già si tengono pronti per quello che verrà dopo?
Viene il sospetto che l'immagine sia sempre più sfocata.

Nessun commento:

Posta un commento